Differenze encefaliche tra un uomo e una donna

in ita •  2 years ago  (edited)

Ho pensato di dedicare alcuni dei miei articoli a uno dei misteri più complessi e a mio parere più affascinanti che caratterizzano l’essere umano: il cervello. Non parlerò specificatamente nel dettaglio in quanto l’argomento è molto vasto, ma farò prima una presentazione generale di ciò che c’è da sapere per comprendere meglio l’argomento. In questo articolo mi soffermerò sulle differenze encefaliche tra uomo e donna, e non si tratta di pregiudizi tra i due sessi, perché anatomicamente e scientificamente esistono delle differenze.  

CC0 Creative Commons

Partiamo dal presupposto che il cervello, o per meglio dire encefalo, è l’organo principale del sistema nervoso centrale insieme al midollo spinale. È solo 1.300-1.500 grammi di tessuto gelatinoso che è composto però da miliardi di cellule specializzate nella ricezione e trasmissione di impulsi nervosi che sono i neuroni. Il cervello è contenuto in una scatola cranica, è formato da due emisferi, e strutturalmente è suddiviso in:  

-MIDOLLO SPINALE che è la parte più caudale del sistema nervoso centrale, formato da sostanza grigia, circondata da sostanza bianca, che riceve informazioni sensoriali dalla cute, dai muscoli del tronco e articolazioni ed è caratterizzato da motoneuroni grazie al quale è possibile il movimento; 

-TRONCO DELL’ENCEFALO suddiviso a sua volta in: 

BULBO o MIDOLLO ALLUNGATO dove sono presenti gruppi di neuroni che regolano la pressione arteriosa e della respirazione; 

PONTE che presenta una protuberanza e contiene aggregati di neuroni che ritrasmettono informazioni di natura sia motoria che sensoriale; 

MESENCEFALO che è la regione più piccola del tronco dell’encefalo, contiene informazioni appartenenti ai sistemi uditivo e visivo, per esempio controlla il restringimento o allargamento della pupilla; inoltre funge da canale per il passaggio di fasci di fibre nervose ed è fondamentale nel controllo del movimento. 

-CERVELLETTO è disposto dietro al ponte ed è importante nel mantenimento della postura, apprendimento delle abilità motorie, linguaggio e funzioni cognitive 

-DIENCEFALO che presenta due importanti suddivisioni che sono il talamo, importante per la ritrasmissione delle informazioni sensoriali proveniente dalla periferia del corpo, coinvolto anche nelle funzioni motorie e cognitive; e l’ipotalamo che regola l’omeostasi, quindi l’equilibrio corporeo interno, coinvolto nel sistema motivazionale, sull’ accrescimento del corpo, assunzione di cibo e regola la secrezione di ormoni nel comportamento materno da parte dell’ipofisi. 

-TELENCEFALO o EMISFERI CEREBRALI implicati in funzioni percettive, motorie e cognitive, interconnessi tra loro attraverso il corpo calloso; è la regione più vasta del sistema nervoso centrale e comprendono la corteccia cerebrale,  sostanza bianca, nuclei della base, ippocampo e l’amigdala importante nell’ espressione delle emozioni. 

CC0 Creative Commons

Un’altra importante suddivisione sono i lobi, e il nostro cervello presenta ben 4 lobi: 

LOBO FRONTALE situato nella parte anteriore del cervello dove hanno sede i pensieri e le idee, tutte quelle attività psichiche di apprendimento, memoria dove si formano e si controllano le parole; 

LOBO PARIETALE situato nella parte superiore del cervello, dedito a captare stimoli tattili, dolorifici, di pressione e termici. La sua parte sinistra ci permette di comprendere il linguaggio sia scritto che parlato, nel ricordo delle parole o nei calcoli matematici; mentre la sua parte destra controlla tutte quelle attività visuo-spaziali come il riconoscimento di immagini, orientarle in uno spazio e percepire la traiettoria; 

LOBO TEMPORALE posizionato nella parte inferiore degli emisferi cerebrali, incentrato soprattutto nella percezione uditiva, ma anche nell’ elaborazione dell’affettività e nella vita relazionale, nei comportamenti istintivi e nella nostre reazioni. La sua parte sinistra è coinvolta nel linguaggio e ci consente di scegliere le parole appropriate, la sua parte destra invece, interpreta l’intonazione del discorso e la sequenza dei suoni; 

LOBO OCCIPITALE è localizzato nella parte posteriore del cervello e la sua attività principale è quella di elaborare la visione; qui sono presenti numerosi neuroni che hanno lo scopo di riconoscere ed elaborare dei particolari delle immagini.  

CC0 Creative Commons

Ma passiamo al punto: c’è un motivo se gli uomini sono più bravi nel fai da te o a guidare e quindi nella coordinazione spaziale rispetto alle donne che invece sono più “sentimentali” e se la cavano meglio magari a scrivere una lettera d’amore. Vi riporto qui alcune delle differenze tra un cervello maschile e uno femminile: 

                                                                                    DIMENSIONI

In una donna la grandezza del suo cervello è circa del 10%  più inferiore a quello di un uomo, motivo per il quale un tempo si riteneva che la donna fosse il “sesso inferiore” e l’uomo più intelligente, ma naturalmente con gli studi successivi si è confutata questa credenza. Recentemente si è dimostrato che il cervello di un uomo è più asimmetrico, ha uno spazio intracranico maggiore e presenta una densità e un volume della parte sinistra dell’amigdala, dell’ippocampo, della corteccia insulare un pò più elevate rispetto a quello di una donna che ha un cervello più simmetrico e presenta una maggiore densità del lobo frontale sinistro e un volume maggiore del lobo frontale destro; 

                                                                 IL LINGUAGGIO 

I centri del linguaggio si trovano nell’ emisfero sinistro al contrario della percezione spaziale che si trova nel destro. Ebbene sì, si è notato che questa suddivisone è più evidente nel maschio che,se sottoposto a leggere un testo più complicato, attiva maggiormente l’area destra a differenza della femmina che attiva entrambi gli emisferi. 

                                                       MATERIA BIANCA E MATERIA GRIGIA 

Il professor Antonio Federico, Ordinario di Neurologia presso il Dipartimento di Scienze Neurologiche dell’ Università di Siena, sostiene che seppur con un equivalente quoziente intellettivo, l’uomo ha circa sei volte e mezzo la materia grigia rispetto alle donne. Essa a grandi linee è collegata all’ intelligenza ed è composta da neuroni e cellule nervose; le donne, invece, hanno dieci volte la materia bianca rispetto all’uomo che presenta assoni e rivestimento mielinico e ha l' incarico di mettere in comunicazione le aree cerebrali fra loro. 

                                                                            CORPO CALLOSO 

Nella donna il corpo calloso è più spesso rispetto a quello maschile e questo significa che i due emisferi sono più agevolati nella comunicazione.

                                                                        IMPULSI NERVOSI 

Gli impulsi elettrici maschili, percorrono un tragitto che va da una parte all’altra dello stesso emisfero, esattamente il contrario di ciò che accade nelle donne in quanto per loro gli impulsi è come se saltassero fra la parte destra e quella sinistra dell' encefalo. Questo fattore, secondo un team dell’università della Pennsylvania, consente di combinare le capacità di analisi che permettono la donna di essere dotata del noto “intuito femminile” che agevola il riconoscimento di nomi e volti di persone incontrate in situazioni insolite. Inoltre nei maschi sono più forti i collegamenti fra la parte anteriore e quella posteriore del cervello che consente, a sua volta, una comunicazione più diretta tra percezione e movimento dei muscoli; in questo modo le informazioni vengono elaborate in modo molto rapido. 

                                                                              PERCEZIONE 

Alcuni studi si sono dedicati alla concentrazione di recettori, mettendo in rilievo come le donne riescano a cogliere meglio le sfumature di tonalità di un colore e gli uomini a percepire dei rapidi cambiamenti in movimento. 

                           RAGIONAMENTI MATEMATICI VS CAPACITA’ GRAMMATICALI 

Nel 2000 e nel 2005 sono stati fatti degli studi che evidenziano una maggiore predisposizione degli uomini verso il calcolo matematico e ragionamenti meccanici; mentre le donne esaltano maggiormente nel memorizzare la posizione di un oggetto o in attività legate al linguaggio, nel trovare sinonimi, conoscere meglio la grammatica e l’ortografia. 

Ovviamente l’argomento è molto ampio e ho cercato di semplificare il più possibile e prendere gli elementi principali altrimenti non sarebbe più un articolo ma un corso di laurea! Non si smette mai di imparare e ricordiamoci che il nostro cervello è un muscolo e come tale ha bisogno di allenamento per sfruttarlo al meglio. 

CC0 Creative Commons


Fonti ricerche:

-http://www.igorvitale.org/2017/04/26/12474/  

-http://www.treccani.it/enciclopedia/struttura-e-funzione-del-cervello_%28Dizionario-di-Medicina%29/


Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
Sort Order:  

Hai trattato un'argomento davvero interessante, hai un fatto un bel lavoro, brava!

Grazie :)

Molto molto interessante, molto interessante soprattutto il fatto che tu abbia voluto parlarne.
Complimenti, ti seguirò.

Grazie mille!!:)

bellissimo argomento. Partendo dal presupposto che siamo tutti uguali ma diversi è doveroso estendere queste conoscenze a tanti, soprattutto a chi pensa ancora all'antica

Sono perfettamente d'accordo con te!:)

Hello steempsych!

Congratulations! This post has been randomly Resteemed! For a chance to get more of your content resteemed join the Steem Engine Team