Galeotto l'agnolotto

in #photography2 years ago

Come ogni domenica la signora Carla avrebbe lavato i piatti e riposato un paio d'ore davanti alla tivù, mentre il geometra Puccio, suo marito, conduceva la figlia a divertirsi nel parco giochi della Riserva Naturale Orientata di Selva Salva, una amena località collinare che, per l'appunto, era stata salvata in extremis da una scandalosa speculazione edilizia.
L'area protetta, oltre che del “Baby Parking”, disponeva anche di adeguate piste ciclabili e di uno spazio attrezzato per quelle comitive che a Pasquetta ed a Ferragosto arrostiscono peperoni e salsicce. Lungo i vialetti, ordinati e puliti, perfino la presenza di qualche “bella di giorno” si armonizzava discretamente con il paesaggio.

scivol2.jpg

Raramente il giardino era affollato, al suo interno i bambini di solito erano pochi e quasi sempre gli stessi. In compenso erano numerosi i papà che approfittavano della giornata festiva per raggiungere quel luogo frequentato anche da giovani prostitute con le quali appartarsi lasciando i piccoli sull'altalena o su un orribile “ippopotamo a dondolo”. La giostra era il congegno preferito da Benedetta, la figlia di Puccio, anche se dopo pochi minuti le girava la testa e vomitava come una fontana. Ma dopo stava di nuovo bene. I coniugi Puccio avevano chiamato la figlia Benedetta perché era stata concepita durante una trasmissione televisiva in cui la conduttrice, che portava quel nome, insegnava agli spettatori come preparare gli agnolotti, una pasta ripiena di carne di maiale.

Giunta l'ora della merenda il geometra finse di aver dimenticato a casa il cestino con i sandwiches, l'aranciata e la frutta, allora chiese a Benedetta di “fare un salto” a casa per recuperare il loro saporito spuntino. La bambina si sentì molto importante per l'incarico di alta responsabilità affidatole e si avviò verso casa. Per andare e tornare Benedetta avrebbe impiegato non meno di trenta minuti che l'astuto genitore avrebbe trascorso con una signorina veneta che aveva già adocchiato ed alla quale avrebbe potuto offrire anche la merenda destinata alla figlia.

cestino.jpg

La signora Puccio, intanto, aveva invitato a prendere un caffè l'atletico benzinaio che, tutto solo alla stazione di servizio di fronte casa, si annoiava e, si sa come vanno queste cose, una parola tira l'altra … Insomma erano finiti in camera da letto. Ma proprio mentre il rapporto carnale clandestino era “in corso di svolgimento”, Benedetta bussò alla porta costringendo la mamma a preparare altri panini per il picnic dei suoi familiari. Frettolosamente “la Carla” imbottì le fette di pane, le ripose in un cestino qualunque, pur di far presto, e mandò via la figlia, in modo da potere ultimare una faccenda bruscamente interrotta. Appena Benedetta fece ritorno al parco, trovò il genitore che la stava aspettando fumando una sigaretta, beatamente disteso sul plaid; insieme aprirono il nuovo panierino e divorarono avidamente tutto ciò che conteneva. Terminata la merenda, il geometra pulì amorevolmente con un tovagliolo la boccuccia della figlia sporca di ketchup e concesse alla bambina il tempo di fare solo altri due giri sulla giostra per poter rincasare prima del tramonto.

maresol.jpg

Sulla strada del ritorno padre e figlia erano soliti percorrere dei piccoli tratti di corsa, ma quel pomeriggio erano entrambi un po' stanchi e, pertanto, stavano passeggiando tranquillamente tenendosi per mano. Ad un certo punto la piccola indicò al padre una donna in abiti succinti che schiacciava l'occhio a tutti i passanti e disse candidamente: «Guarda, papà, quella signora ha un cestino della merenda identico al nostro!»
Qualora ce ne fosse bisogno questa ignobile storia, tipicamente italiana, conferma, ancora una volta, quanto è stato espresso magistralmente dai versi scritti da Paolo Villaggio e cantati da De Andrè:
E' mai possibile, porco di un cane, / che le avventure in codesto reame / debban risolversi tutte con grandi puttane?

xpicnic.jpg

Testo e fotografie di @adinapoli (s)
Con questo racconto intendo partecipare a
https://steempeak.com/theneverendingcontest/@storychain/theneverendingcontest-n-71-s1-p5-i2-contest

scivolo.jpg

Sort:  

Questo post è stato condiviso e votato all'interno del discord del team curatori di discovery-it Entra nella nostra community! hive-193212
This post was shared and voted inside the discord by the curators team of discovery-it. Join our community! hive-193212


PB8ro82ZpZP35bVGjGoEdg81DteFexLroKsHJAKJnsedyLwoRWRj4RBwmjhgdJzoTJNsnBquajivFNVkMoNGvTiY1ZQNJmsRue4hr9KvdHbdVK5Q.png

Manually curated by the Qurator Team in partnership with @discovery-blog.
Keep up the good work!

Nella sua tristezza è un post delicato ed amaro.
Offre alcuni spunti di riflessione sulla moderna cultura.
Grazie.
!BEER
!DERANGED


Hey @adinapoli, here is a little bit of BEER from @vittoriozuccala for you. Enjoy it!

Learn how to earn FREE BEER each day by staking.

Coin Marketplace

STEEM 0.27
TRX 0.07
JST 0.034
BTC 24192.66
ETH 1893.78
USDT 1.00
SBD 3.32