August 2 1980, A bomb on Bologna - 2 agosto 1980: ricordi, fantasie, riflessioni

in history •  2 years ago


 

37 years ago, on 1980 August 2, at 10.25 am hour, a bomb exploded in Bologna Station and killed 85. 

I'm not going to write a summary of it: there is plenty of news, witnesses and video on the web

I'll write of a memory, a fantasy and a posteriori consideration. 

In 1980 I was 16. On August 2 my older sister had left to go to some relatives in Switzerland. In the morning the news about a bomb in Bologna arrived fragmentaly. We knew what it meant because of the past events in Piazza della Loggia, Piazza Fontana, Italicus train

Italy, in 1980, had no mobile phone, web or satellite tv. The news came from the tv e from some friend you could call by phone. In that day there were just vague information from the national tv channels, so we just waited to know if my sister was dead or not. 

The good news arrived from Switzerland in the noon: the train my sister was on had stopped in Bologna half an hour before the explosion, then left. My father said to me, that day, he was preparing himself mentally to ID the body in a room filled with mangled corpses. It was no need for it, luckly. But I remember very well that day. 

In the following years, during the anniversaries or the news of the endless legal event, I sometimes fantasized to be a superhero - Spiderman. With my "spidey sense" I felt the bomb, took it away and made it explode in a empty park. 

I read Marvel stories since 1970 up to around 1980. Superheroes are also a way to exorcise reality, in the teens age.

Thirtyseven years later (but just 16 years later 9/11), that historical period for Italy that I know so well (memories, books, witnesses) and that I thought to understand looks more and more incomprehensible to me. A young Democrazy always has on its shoulders the past identities, eventually conflicted. Power always is disputed, no matter how many laws you have. 

There was a generation that went to a war against the State, and sacrificed everything for that cause. What made them do it? I know the social-historical answer, but it seems to me inadequate, today. 

Unsatisfied youth today has other molochs to scream against and fight (Banks, New World Order, Pollution, Chemtrails, whatever). But I wonder if they could throw bombs. Probably not in this Country. I don't know. I barely understand how it could happen 37 years ago.



37 anni fa, il 2 agosto 1980, alle 10.25 della mattina una bomba esplose nella Stazione di Bologna, ammazzando 85 persone e ferendone 200. 

Non starò qui a farvi il riassunto di quella vicenda: c'è abbondanza di notizie, testimonianze e video in rete.  

Scriverò invece tre cose: il ricordo, la fantasia, la riflessione a posteriori. 

Nel 1980 avevo 16 anni. Il 2 agosto mia sorella maggiore era partita in treno per andare da parenti svizzeri. Durante la mattina arrivò notizia, in modo approssimativo, della bomba. Come ogni italiano abbastanza vecchio, sapevamo bene cosa voleva dire. Avevamo vissuto le cronache di Piazza della Loggia, Piazza Fontana e il treno Italicus

L'Italia del 1980 non aveva telefonini, web o tv satellitare. Le notizie erano quelle che ti dava la Rai o qualche amico con passaparola telefonico. In quel caso, non ci furono notizie telefoniche e quindi restammo ad aspettare per sapere se mia sorella fosse morta. 

La buona notizia arrivò dalla Svizzera nel primo pomeriggio. Il treno di mia sorella si era fermato a Bologna una mezz'ora prima della strage, poi era ripartito. Mio padre mi disse che si stava preparando mentalmente per andare a riconoscere un cadavere in mezzo a decine di cadaveri. Ma non fu necessario. Comunque quel sabato di agosto me lo ricordo bene. 

Per qualche tempo, negli anni che seguirono - durante gli anniversari della strage, all'uscita di un libro su quel fatto o all'annuncio di una delle innumerevoli sentenze giudiziarie - ho fantasticato di essere un supereroe. Per la precisione l'Uomo Ragno. Col mio "senso di ragno" avvertivo la presenza della bomba, la portavo via e la facevo esplodere sulla Montagnola

Ho letto gli albi Marvel dal 1970 al 1980, pressappoco. I supereroi servono anche ad esorcizzare la realtà, almeno nell'adolescenza. 

Trentasette anni dopo (ma solo 16 anni dopo l'11 Settembre), quel periodo storico che conosco bene (anche da libri, documenti, testimoni) e che credevo in qualche modo di capire mi appare sempre più incomprensibile. Una democrazia e uno Stato giovani si portano inevitabilmente dietro, per decenni, altre identità storiche, anche in conflitto tra loro. Il potere è sempre conteso, per quanto sia regolamentato democraticamente. 

C'è stata una generazione che è scesa in guerra e a quella causa ha sacrificato tutto. E quando parlo di quella generazione non mi riferisco solo ai terroristi rossi e neri, ma anche agli apparati deviati dello Stato. Cosa li ha spinti? La risposta storica-sociale la conosco, ma oggi mi appare insufficiente. 

Di certo i giovani insoddisfatti oggi hanno altri moloch contro cui gridare (le banche, la finanza mondiale, l'inquinamento, le scie chimiche, vattelappesca) ma sarebbero capaci di scagliare bombe? Forse non in questo Paese. Non lo so. Ancora fatico a capire davvero come fu possibile che ciò accadesse 40 anni fa.

(Images source: 1 - 2 - 3)

Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
Sort Order:  

What a story about a terrifying day Paolo! Glad that you got good news!

·

thx Oldie :) yep, it was a awful day in a sad period for Italy

A good read indeed. History helps us to remember what happened, thanks for sharing. Upped.

2 agosto, certo... Trentasette anni fa. Una vita: avevo ventitre anni. Un ragazzo. Eppure quante ne avevamo già viste e vissute in quegli incredibili anni '70, pieni di speranza, di lotte, di violenza, di stragi, di ingiustizie, di conquiste, di incontri, viaggi, cinema, cultura,... Gli anni della formazione, quelli, si dice. E caspita che formazione che avemmo...

·

per qualcuno furono anni fatali, e non parlo solo delle vittime.
per altri, "formidabili quegli anni", come diceva Capanna ;)

·
·

Già...
Ma quante vittime...

If you look back through history, something bad always happens on Aug. 2... Believe me, I know- it's my birthday. Whenever I look for some positive historical event to celebrate, I find bad news- I wonder if God is trying to tell me something???

·

well, happy birthday anyway! ;)

·
·

Thanks Buddy... if you run into any good news, let me know!

The train stopped and left 30 minutes before the bomb exploded and your sister's life was spared. The tragedy must have changed her life in a profound way.

·

we were so young. luckly!

Thank god everyday for keeping your sister safe , history is always full of tragedy , it has taken the lives of many

·

thx so much JoL :)