Non è tutta pappa reale quella che luccica

in steemstem •  11 months ago  (edited)

Non è tutta pappa reale quella che luccica


In precedenza, abbiamo visto come,
all'interno dell’alveare, i prodotti delle api siano importanti
per la difesa dello stesso. Conosciamo, inoltre, le fantastiche
proprietà del propoli, della pappa reale etc. Tra questi la pappa
reale, sicuramente, è da sempre ritenuta uno tra i prodotti più
efficienti sotto il punto di vista delle proprietà organolettiche.
Inoltre, sappiamo che la pappa reale viene da sempre assunta
dall'uomo in quanto i suoi benefici sono da sempre stati
riscontrati nell'osservazione durante la vita dell’alveare.
Numerosi studi ci dimostrano come effettivamente la pappa reale abbia
un effetto benefico all'interno dell’organismo umano. Ma quanto
può essere importante la pappa reale durante lo stato larvale delle api? Sappiamo che tutte le api vengono
nutrite per i primi tre giorni da pappa reale, per i restanti giorni
a polline e miele, mentre la regina è l’unica che viene alimentata
dallo stato larvale fino alla sua morte esclusivamente a pappa reale.
Questo ha portato a pensare, da anni, che la pappa reale fosse il
primo elemento che scaturisce la metamorfosi da ape operaia ad ape
regina durante il percorso di metamorfosi nello stadio larvale.


Inoltre le proprietà della pappa reale, annesse alla caratteristica che la regine vengono alimentate esclusivamente con essa, ha reso negli anni consolidata quest’idea. In realtà, però, possiamo analizzare la stessa situazione da un altro punto di vista. Ovvero che l’ape regina è l’unica a non ricevere nel corso della sua alimentazione il pane d’api, il polline e miele. Quindi in quest'ottica potremmo attribuire la metamorfosi della regina non alla pappa reale ma bensì alla mancanza di questi elementi all'interno della sua dieta.

Come abbiamo evidenziato nel precedente articolo, le caratteristiche dei flavonoidi sono importanti sotto il punto di vista immunitario per quanto riguarda lo sviluppo dell’ape, quindi siamo portati a pensare che l’impatto dei composti chimici, derivanti dalle piante all'interno dell’ape, siano molto importanti. Lo studio si è basato mediante l’osservazione di più famiglie, alimentate con o senza sciroppo a base di acido p-cumarico, che risulta essere un tipo di polifenolo presente nelle piante di broccoli e asparagi o in quantità minori in ciliege, prugne e mirtilli. Inizialmente, lo studio servì per investigare sulla risposta immunitaria delle api ad agenti xenobionti(chimici), ma si riscontrò come le api alimentate con acido p-cumarico avessero ovaie di dimensioni nettamente più piccole rispetto alle api non alimentate con lo stesso sciroppo. Questi dati hanno portato a pensare come l’effetto dei polifenoli, sotto forma di miele, polline e pane d’api siano significativi durante il percorso di metamorfosi larvale.



"il pane delle api"

E’ stato riscontrato inoltre come l’acido p-cumarico ha cambiato l’espressione di oltre la metà dei geni coinvolti durante la fase sperimentale.
Questo è stato possibile grazie all'osservazione condotta tramite analisi per mezzo della tecnica RNA-seq, grazie a tale mezzo è stato possibile avere un analisi del genoma. Inoltre, per avere una maggiore qualità nel processo di sequenziamento, tali campioni sono stati analizzati tramite HiSeq2000, nuovo macchinario che garantisce maggiore precisione nella lettura dei dati. Tramite lo studio della genetica delle api, soprattutto sotto il punto di vista dell’epigenetica, ovvero di come gli ambienti esterni influenzino il gene, stiamo scoprendo quest’oggi quelli che sono stati oltre 500 milioni di anni evoluzione.  





Possiamo attribuire alle sostanze chimiche presenti nelle piante un ruolo di castrazione durante la metamorfosi nello stadio larvale. Ci troviamo di fronte ad un rompicapo difficile da risolvere, mentre da un lato abbiamo numerose ricerche che mettono in evidenza come la pappa reale abbia un ruolo critico nello sviluppo della regina, allo stesso tempo, il gruppo di ricerca del Maleszka lab è riuscito, all’interno del suo laboratorio, a creare api regina senza l’ausilio di pappa reale. Ciò è stato possibile grazie alla disattivazione di particolari geni come il DNMT3, il quale è responsabile della riprogrammazione globale epigenetica nelle api da miele; inoltre, è stato dimostrato come DNMT3 possa causare variazioni nello sviluppo delle larve.


Rimane quindi da capire l'interazione tra determinati polifenoli ed determinati geni e, allo stesso tempo in questo momento risulta difficile attribuire una o l’altra causa alla metamorfosi della regina, però da quello che emerge, possiamo dedurre il perché le api operaie non diventino regine.

Quello che si pensava inizialmente essere dovuto, all'alimentazione mediante pappa reale in realtà da quello che possiamo evincere, risulta essere attribuito alla protezione delle ovaie, mediante privazione dei composti chimici presenti all'interno delle piante.


Fonti:


Nutritional control of reproductive status in honeybees via DNA methylation.


mRNA expression and DNA methylation in three key genes involved in caste differentiation in female honeybees (Apis mellifera)


A dietary phytochemical alters caste-associated gene expression in honey bees


ACIDI IDROSSICINNAMICI: DEFINIZIONE, STRUTTURA, BIOSINTESI, ALIMENTI


Tutte le foto sono di mia proprietà 



Immagine di mia proprietà, realizzata da @pab.ink un ringraziamento speciale al team di @DaVinci.art


Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
Sort Order:  




This post has been voted on by the SteemSTEM curation team and voting trail in collaboration with @curie.

If you appreciate the work we are doing then consider voting both projects for witness by selecting stem.witness and curie!

For additional information please join us on the SteemSTEM discord and to get to know the rest of the community!

Hi, @phage93!

You just got a 21.04% upvote from SteemPlus!
To get higher upvotes, earn more SteemPlus Points (SPP). On your Steemit wallet, check your SPP balance and click on "How to earn SPP?" to find out all the ways to earn.
If you're not using SteemPlus yet, please check our last posts in here to see the many ways in which SteemPlus can improve your Steem experience on Steemit and Busy.