A Star Is Born: un grande classico nelle mani e nell voci giuste

in movies •  last month

E' stata un'annata atipica quella del 2018/2019 per il cinema internazionale, specie per quello Hollywoodiano in senso stretto.

La ripartizione dei premi Oscar è sembrata una demo del manuale Cencelli. Non è stata scontentata alcuna sensibilità e tutti a casa contenti. Tanti premi ad attori afroamericani, molti premi per l'industria Hollywoodiana in senso stretto, qualche grande emergente e premi ad un uomo come Spike Lee da sempre bistrattato dall'Academy.

La storia più classica di tutte, che aveva ottenuto 8 candidature, ha finito per vincere solo una statuetta, quella per miglior canzone.

Parliamo di "A Star is Born", film che vedeva Bradley Cooper nei panni di protagonista maschile, regista e sceneggiatore con al suo fianco una Lady Gaga al suo primo grande ruolo da protagonista.

Ruolo cucito addosso per lei in maniera certosina tanto da indurre moltissimi spettatori a credere che quella storia fosse nient'altro che la vera storia della nascita e della crescita di Lady Gaga per come la conosciamo.

Il film non è una biografia della cantante italo americana ma un remake di un film che affonda le sue radici nel 1937 e che vive la sua quarta vita grazie alla trasposizione ad Opera di Bradley Cooper.

Bradley Cooper che un per caso è finito dietro la macchina da presa di questo film, essendo "A star is born" destinato in prima battuta all'accoppiata Clint Eastwood-Beyonce nell'ormai lontano 2011. I tanti rinvii hanno fatto poi desistere Eastwood che ha deciso 3 anni fa di abbandonare il progetto.

Immagine priva di diritti di copyright

In luogo di Beyonce è stata selezionata Lady Gaga ed a visione ultimata è difficile pensare ad una protagonista diversa da quest'ultima.

La storia di riferimento è una storia molto classica, di quelle che piacciono tanto al pubblico e all'Academy.

Storia di talento e sogno che incontra una storia d'amore trionfale.

2 persone talentuose, 2 persone romantiche si incontrano nel momento giusto e la donna in difficoltà e in cerca di legittimazione troverà nell'uomo di successo e di maggiore esperienza lo slancio per affermarsi e diventare una stella.

Questa sarebbe dovuta essere la storia in 2 righe del film, o almeno quella da cui trae ispirazione.

L'abilità di Cooper è stata quella di sfumare questa storia, renderla più drammatica, intima e dotarla di infiniti chiaroscuri.

Un uomo si forte, si esperto, si talentuoso, si di successo quello incarnato da Cooper stesso ma anche dannato, sensibile, complesso e tutt'altro che perfetto.

Ed allora Ally (Lady Gaga) non sarà solo la donna da salvare ma diverrà essa stessa salvatrice creando un equilibrio perfetto ed un alchimia fra i 2 che da tempo mancava in film di questo tipo.

Ad impreziosire il tutto una serie di duetti e canzoni originali cantate dal duo permettendoci di scoprire il talento canoro di un Bradley Cooper stupendo in ogni scena ed in continua crescita.

Scoprirlo anche regista aggiunge valore ad un'artista troppo spesso relegato al ruolo di belloccio ma che anno dopo anno va affermandosi come una vera stella del firmamento hollywoodiano. Stella che riesce anche ad eclissare spesso una perfetta Lady Gaga, non a caso nominata per tutti i premi importanti dell'annata appena trascorsa.

A star is born si inserisce nell'ondata improvvisa di film e biopic canori che vedono nel film di Cooper ed in Bohemian Rhapsody i primi e più importanti eventi cinematografici di genere negli ultimi anni.

Il film è promosso a pieni voti, con un finale molto di impatto e coraggioso e varie scelte mai banali in una storia altrimenti vista mille volte.

Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
Sort Order:  

Ecco un altro film che devo assolutamente vedere!