Malattie Comuni #1: L'Ipertrofia Prostatica

in #ita3 years ago (edited)

Carissimi amici, insieme alle consuete rubriche che riguardano impresa e psiche, oggi introduco una terza ed ultima rubrica che parla di medicina concentrandomi soprattutto su quelle malattie maggiormente frequenti. Non entrerò molto nello specifico ma cercherò di sottolineare gli aspetti più importanti per darvi la possibilità di conoscere quelle che sono le patologie maggiormente diffuse, quali sono i loro sintomi, la prevenzione e quali sono le curiosità e le terapie più comuni.

fonte Liberoquotidiano.it

L'Ipertrofia Prostatica

A tutti sarà capitato di incontrare, magari durante il nostro rientro a casa dal lavoro o durante una gita fuori porta, un signore sul ciglio della strada intento a fare la pipì. E chissà quante volte l’avremo etichettato come “sporcaccione” o più teneramente “maleducato”, senza sapere che quell’urgenza, tale da non poter mettersi alla ricerca di una normalissima toilet, è data da una frequentissima patologia che colpisce la prostata negli uomini.

Definizione

Questa patologia è l’ipertrofia prostatica benigna, malattia molto frequente negli uomini di età compresa tra i 50 ed i 70 anni.
Questa malattia è caratterizzata dall’ingrossamento della ghiandola prostatica (presente soltanto nel sesso maschile) imputabile probabilmente ad un eccesso di ormoni maschili ed in minima parte anche femminili.

fonte Wikipedia -CC0 Creative Commons

I sintomi

I sintomi ascrivibili a questo tipo di malattia sono di natura ostruttiva ed irritativa. I sintomi ostruttivi sono ovviamente dovuti alla pressione della prostata ingrossata sull’apparato urinario in particolare sull’uretra. Da qui gli episodi sintomatologici riguardano appunto la minzione (il fare la pipi) procurando difficoltà nello svuotamento della vescica, intermittenza ed eccessivo sgocciolamento. I sintomi irritativi invece aumenteranno la frequenza nell’urinare costringendo chi ne soffre ad alzarsi negli orari notturni (nicturia). Un altro dei sintomi più frequenti è appunto l’urgenza che costringe il malato a dover urinare il prima possibile.

Prognosi

Un soggetto affetto da ipertrofia prostatica benigna sarà maggiormente a rischio di contrarre infezioni urinarie ricorrenti, dalla banalissima cistite fino alle prostatiti, tutte infezioni comunque determinate dalla ritenzione urinaria dovuta dalla patologia di base.
Tra le complicanze peggiori esiste un aumento del rischio nello sviluppare un carcinoma prostatico che ovviamente ha una prognosi ed un iter terapeutico più grave ed importante rispetto la semplice ipertrofia.

fonte pixabay -CC0 Creative Commons

Terapia

La cura è soprattutto farmacologia con l’utilizzo di farmaci appunto che rilassano la muscolatura della ghiandola prostatica e del collo della vescica favorendo il flusso urinario. Altri farmaci avranno il compito invece di ridurre l’ipertrofia della ghiandola limitando i fenomeni ostruttivi. In alcuni casi è necessario ricorrere all’intervento chirurgico quando la terapia farmacologica non ha dato esisti positivi.

Prevenzione

Una buona prassi per monitorare la prostata è quella di misurare il Psa (l’antigene prostatico specifico) durante un banalissimo prelievo di sangue.


L’altissima frequenza di questa patologia e la sintomatologia che spesso provoca han fatto si che non solo la macchina della ricerca medica e farmacologica approfondissero le varie sperimentazioni ma ha stimolato anche la nascita di aziende capaci di produrre dei presidi atti gestire l’urgenza come quello in foto.
fonte Kickstarter
E’ in corso una campagna di Crowdfunding su Kickstarter, per finanziare la produzione di questo dispositivo una specie di toilet portatile, capace di risolvere l’urgenza di urinare durante i tragitti in auto…
Idea molto simpatica e utile, e che già ha raggiunto il target di raccolta…
Saluti
Dott. Franky…..

Coin Marketplace

STEEM 0.21
TRX 0.02
BTC 11754.30
ETH 395.21
SBD 1.03