Elisir di giovinezza

in #ita5 years ago (edited)

Ho deciso di ritrarmi in sella alla mia mountain bike da enduro e mentre vi mostro qualche passaggio della lavorazione, vorrei rendervi partecipi della mia esperienza.

Vent'anni fa mai avrei immaginato di avvicinarmi,in maniera così intima, al mondo delle biciclette, la passione per le due ruote è intrinseca in me, mi è stata trasmessa da mio padre e dalla terra in cui siamo nati: l'Emilia. Quindi fin da ragazzino due ruote per me hanno significato motociclette.

Per oltre quindici anni ho dedicato il mio tempo libero alle moto. Ma per una serie di eventi che ora posso definire fortunati, nel giro di poco tempo lascio il mondo delle motociclette per arrivare a quello della bicicletta.

Ma non è stato un passaggio privo di difficoltà e delusioni. Convinto da mio cognato Marco ad acquistare una mountain-bike, inizio ad uscire con lui che in bici ci va da una vita. Le prime escursioni sfiorano la drammaticità, privo dell'adeguato allenamento mi ritrovo in affanno e a rischio sincope, dopo soli trecento metri di salita.

Oltre al deficit di forma fisica, a mancarmi sono soprattutto le emozioni e le scariche di adrenalina che le moto erano in grado di regalarmi. Deluso ma non abbattuto, non demordo e decido di trovare un espediente che mi faccia apprezzare la bicicletta.

Così, nonostante i miei scarsi risultati atletici, ostinato come un mulo, proseguo la mia crociata a favore della bici, raccontandomi che lo faccio per la mia salute e che, a bordo di una due ruote il cui motore è alimentato a tortellini e tagliatelle anziché a benzina, posso anche ritenermi eticamente corretto nei confronti del pianeta.

Il tempo passa e il divario tra me e gli altri con cui esco in mtb fatica a ridursi. Ma, un bel giorno, parlo dell'anno 2004, la mia costanza viene premiata! Frequentando sempre un maggior numero di ciclisti, vengo a conoscenza di un mondo a me ignoto, una disciplina della mountain bike che ricalca le dinamiche dello sci.

Biciclette progettate e concepite esclusivamente per affrontare adrenaliniche discese da brivido, assistite nella risalita dagli stessi impianti che durante la stagione invernale, servono gli sciatori. Una congiunzione astrale particolarmente propizia fa si che gli impianti di risalita del Monte Cimone, a pochi minuti d'auto da casa, siano già attrezzati per le mtb e da alcuni anni sia in funzione il bike park.

Noleggio tutto il necessario, la bici, un vero carro armato, le protezioni e il casco integrale, archivio il cervello con il suo istinto di conservazione e con l'incoscienza di un bambino, mi butto a capofitto giù per le piste del park. Nonostante le numerose cadute e i fuoripista vengo letteralmente stregato da questa entusiasmante ed adrenalinica disciplina.
Il tipico colpo di fulmine.

A frenare l'entusiasmo, però, arriva a metà settembre la chiusura del bike park per ricondizionare gli impianti in vista della stagione invernale. È necessario attendere giugno dell'anno successivo per inforcare nuovamente una bici da downhill. Tutto cio è inconcepibile, il desiderio e la voglia di guidare la mtb in discesa sono troppo forti, quindi non rimane che attrezzarsi con un mezzo da enduro e darci dentro con le gambe per riuscire a conquistare le cime, senza l'ausilio di risalite meccanizzate.

Da quel giorno la passione per la mountain-bike è cresciuta esponenzialmente di pari passo con l'allenamento, al punto che oggi vivo la bici, sia come palestra, con lunghe pedalate con i miei coetanei, senza rischiare colpi apoplettici, sia in modalità ludica raidando e giocando in park al passo con ragazzi che potrebbero essere miei figli.

Credo di aver scoperto il mio personale elisir di giovinezza.

tutti i disegni sono dell'autore

Posted using Partiko Android

Sort:  

Your post was upvoted by the @art-venture account after manual review and included in Art-Venture magazine. The upvote and support of Art-venture magazine would greatly appreciated!
Unbenannt-1a.jpg

Thank you so much for being an awesome Partiko user! You have received a 41.57% upvote from us for your 8840 Partiko Points! Together, let's change the world!


Questo post è stato condiviso e votato dal team di curatori di discovery-it.

Complimenti! Davvero un gran bel disegno!

Posted using Partiko Android

Grazie mille!!

Posted using Partiko Android

Congratulations @crivec68! You have completed the following achievement on the Steem blockchain and have been rewarded with new badge(s) :

You made more than 100 comments. Your next target is to reach 200 comments.

You can view your badges on your Steem Board and compare to others on the Steem Ranking
If you no longer want to receive notifications, reply to this comment with the word STOP

To support your work, I also upvoted your post!

Vote for @Steemitboard as a witness to get one more award and increased upvotes!

Un gran bel lavoro! Ne abbiamo di talenti grafici qui :)

Mi davo al downhill con una vecchia BMX con assetto da cross, la preferisco per via dell'assetto notevolmente più basso, ormai i tracciati però qui da noi non sono più battuti come una volta.

Grazie mille @fedesox sei un grande

Posted using Partiko Android

Che bel racconto, ricco di sana passione sportiva per le due ruote non-motorizzate, per non parlare di un disegno veramente grintoso e stupendamente realizzato, complimenti

Posted using Partiko Android

Grazie mille @mad-runner, troppo gentile.

Posted using Partiko Android

Coin Marketplace

STEEM 0.20
TRX 0.13
JST 0.029
BTC 66014.01
ETH 3472.87
USDT 1.00
SBD 2.68