Steem analisi, purtroppo, azzeccata.

in #ita2 years ago

Due mesi fa avevo scritto questo articolo, in cui prevedevo che lo Steem sarebbe inesorabilmente calato sino a 200 satoshi (eravamo a quota 650). Ci siamo quasi, su Binance siamo a 259 e con outlook ribassista.

In questo periodo in cui Bitcoin ha ripreso vigore, tutte le alt-coin tradate contro il gigante delle cripto hanno preso mazzate, ma molti progetti hanno anche avuto consistenti ritracciamenti. Non Steem che sin dai primi rialzi di BTC ha sofferto in modo sistemico.

Schermata 2019-07-10 alle 22.03.32.png

Se si dovesse sfondare quota 200.. boh, non sono in grado di fare previsioni sotto questa cifra. Certo da una parte il risk - reward è favorevolissimo, cioè buttando dentro 50, 100 euro (di più onestamente non ce li metterei) se poi le cose si ribaltassero c'è da guadagnare bene a livello speculativo.

Il problema è che l'inversione di rotta la vedo davvero dura. Tra l'altro come spiegato bene da Road2Horizon, con l'Hard Fork 21 la scelta di tagliare ulteriormente il premio agli autori giunge in un momento decisamente pessimo.

In questo contesto lo steem-engine e i progetti come Palnet e Steemleo potrebbero essere una specie di ancora di salvezza, ma con tutta onestà mi aspetto che uno di questi progetti possa prendere un certo margine in termini numerici di adozione dell'utenza e si stacchi letteralmente da Steem.

Steem a mio avviso non è più recuperabile se non altro a livello mediatico, ci vorrebbe una sorta di shock esterno che lo rilanci, cosa che al momento sembra fantascienza. Lo stesso progetto steem-engine, che poi avrebbe dovuto essere di Steem, dice esattamente come stanno le cose. Ed è qui che la cosa lascia perplessi, cioè l'utenza ancora c'è e nel complesso ancora di valore. Ma a livello di mercato questo non sembra contare nulla.

Vedremo appunto se a quota 200 o li nei dintorni si possa formare una fortissima resistenza, viceversa la discesa verso la dissoluzione potrebbe anche essere rapida quanto inattesa. La blockchain rimarrebbe ancora in piedi, almeno per un discreto periodo, ma poi come anticipavo sopra, sicuramente il fork delle parti open source porteranno a nuovi progetti con un futuro quanto meno incerto senza una qualche solidità strutturale ed economica a sostenerla.

Sort:  

Azzzz, la vedi decisamente dura, mi auguro che questa tua pessimistica analisi, che comunque sembra dannatamente realistica, possa il una certa qual maniera essere smentita, non so da chi o da cosa, ma spero tanto che ci rivedremo tra qualche mese in un'altra ottica, magari, perché no, rialzista!!

Posted using Partiko Android

Chiaramente ne lo auguro pure io. Ma tocca essere realisti e guardare in modo obbiettivo anche quando le cose non ci piacciono.

Posted using Partiko Android

Ciao @tosolini!
Effettivamente il prezzo di steem non infonde alcuna fiducia in noi utenti, ne tantomeno in investitori esterni... se posso dire la mia dalla mia piccola esperienza qui sulla piattaforma, non credo che il prezzo di steem sia una reale immagine di quello che in realtà sta avvenendo... in questo periodo stanno nascendo tantissime Dapp e progetti che permettono di guadagnare qualche spicciolo non solo scrivendo post. Dtube per i video, decine di token su steem-engine come PALCoin e SteemLeo, l’introduzione di MetalPay etc etc... sono solo alcuni dei progetti che infondono belle speranze e fanno ben sperare per il futuro!
Continuiamo a credere in Steem, supportiamo tutta la community e speriamo in tempi migliori!
Un saluto! 👋🏼
Claudio

Posted using Partiko iOS

Sono d'accordo che il prezzo di steem sia enormemente sotto prezzato. Ma qui come altrove comanda il mercato. E il mercato dice da oltre un anno che il progetto non è valido. L'unica cosa per invertire la rotta è fare qualcosa, ma palcoin eccetera sono iniziative esterne benché pregevoli.

Posted using Partiko Android