Cosa può comportare una lesione cerebrale

in ita •  last year 

Potremo definire il nostro corpo come una macchina, con tanti meccanismi e circuiti che sono connessi tra loro, anche abbastanza complessi. Come qualsiasi macchina ha dei difetti che nel caso dell'uomo possono essere congeniti, comparire con l'età avanzata, da situazioni esterne/ambientali o dipendere da molte altre varianti. Il punto è che la nostra auto, se si rompe si manda dal meccanico che ci cambia il pezzo e si risolve il problema, ma per quanto riguardo l'uomo non sempre è possibile rimediare a malfunzionamenti, difetti e quant'altro. 

Oggi vorrei parlarvi di come lesione nel nostro cervello possa incidere in modo più o meno grave sulla vita di un uomo. Partiamo da un famosissimo caso, ancora oggi studiato da psicologi e neuroscienziati, che è quello di Phineas Gage. Quest'uomo, era un operaio statunitense che lavorava in una ferrovia, ma un giorno, all'età di 25 anni,  ebbe uno strano e insolito incidente; siamo nella metà del 1800, in un pomeriggio come tanti, in quella ferrovia una carica esplosiva destinata a distruggere una roccia, scoppiò nel momento sbagliato facendo saltare in aria un asta di ferro che accidentalmente trapassò il cranio di Gage, facendo schizzare via una parte del suo cranio, con gravi lesioni sopratutto nel lobo prefrontale sinistro del suo cervello. 

Fonte immagine - CC0 Creative Commons

La cosa ancora più strana? Pochi minuti dopo l'incidente, non solo era sopravvissuto ma era addirittura cosciente e in grado di parlare! Non vorrei immaginare la scena di trovarmi al posto dei presenti, lo ammetto. In ogni caso, il nostro Gage ne era uscito quasi illeso, dopo poche settimane poteva alzarsi dal letto e riprendere la sua vita autonomamente. Ma come è possibile tutto ciò? prima di arrivare al dunque vorrei riprendere qualche piccolo concetto, già citato in un mio post precedente, per quanto riguarda la funzione del lobo frontale, nel nostro caso gravemente lesionato.

Il lobo frontale è la parte più estesa del nostro cervello e, come già detto, è la sede principale della memoria, dei ricordi, pensieri, processi di apprendimento e quindi di funzioni cognitive ed è legato al controllo delle parole. Nel caso Gage si era riscontrato un eccessivo cambiamento sulla personalità e a livello emotivo. I suoi amici non lo riconoscevano più com'era una volta poiché da essere un uomo buono, energico, dai buoni propositi, tenace, che curava i suoi affari, si era trasformato in una persona aggressiva, capricciosa, iraconda, senza freni inibitori sul piano verbale non curante del rispetto verso gli altri, e asociale.

Fonte immagine - CC0 Creative Commons

Solitamente le persone colpite in quest'area del cervello non possono viaggiare da soli perchè salirebbero sul primo autobus che capita o non sono in grado di farsi precisi piani per il futuro. Una lesione di questo tipo causa un appiattimento dal punto di vista dei sentimenti e una particolare superficialità e indifferenza per i sentimenti di altre persone, quindi sono incapaci di apprezzare le cose della vita o una semplice lettura o un brano musicale. Gage, per esempio, era diventato indifferente alle conseguenze finanziarie delle proprie azioni. Inoltre vi è la tendenza a perdere ogni credenza religiosa. 

Insomma vi ho preso in riferimento un caso particolare, abbastanza insolito e con una lesione molto invadente che stranamente ha intaccato solo questi aspetti ma sarebbe potuta andare molto peggio. Gage dopo l'incidente ha vissuto per altri 12 anni.  Ma vediamo cosa succede se invece ci troviamo di fronte a una "normale" lesione. 

Ad esempio la sindrome di negligenza personale o anche detta negligenza spaziale unilaterale si manifesta nel momento in cui si ha una lesione parietale e riguarda l'alterazione della consapevolezza solo del lato del corpo che è stato leso. Questi pazienti arrivano al punto di negare il braccio o la gamba affetta non riconoscendola come propria; tendono addirittura a non lavare e non vestire questo lato del corpo, è alterata la capacità ricopiare un testo (per esempio il lato sinistro) e se dovessero disegnare un fiore lo farebbero con i petali solo a destra e così via. "Chi ha messo questo braccio nel mio letto?"  è una delle frasi che un soggetto affetto da questa sindrome potrebbe arrivare a dire. Ma attenzione perché può manifestarsi in vario modo; in alcuni pazienti con lesioni parietali dell'emisfero destro solitamente non si riconosce una parte del loro campo visivo che è controlaterale alla lesione che hanno subito presentando deficit anche nella percezione della forma degli oggetti.

Sindromi come questa sono moltissime, pensate a quanto può essere vasto il nostro cervello e a come ogni piccola lesione per ogni area di esso possa influenzare così tanto la nostra percezione del mondo e di conseguenza la nostra vita. Se questo tipo di argomento vi suscita curiosità, ho un "bell'elenco di deficit" di questo genere da farvi conoscere e scriverli tutti in un solo articolo, lo appesantirebbe molto. Grazie per la vostra attenzione:)


Ricerche correlate:

-http://www.neuroscienzedipendenze.it/neuropsicologia.html 

-https://it.wikipedia.org/wiki/Phineas_Gage

-http://www.stateofmind.it/2015/04/negligenza-spaziale-unilaterale/

Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
Sort Order:  

Ciao! Ottimo post :)
Guarda, secondo me con un po' di impegno (ed in maniera schematica) puoi tirare fuori un bel post sulle diverse sindromi..alcune sono "pittoresche" e credo susciterebbero l'interesse di tutti.
Se vuoi una mano per qualcosa chiedi pure! Buon lavoro!

Certamente! Ti ringrazio per il consiglio, è un'ottima idea non ci avevo pensato:)

Conosco diverse persone "...non curante del rispetto verso gli altri" . Sono tutte celebro lesionate?

  ·  last year (edited)

Hahahaha è una possibile spiegazione del perchè sono cosi..

Conosco benissimo la sua storia, all'Università ne parlano tantissimo in tutti i corsi ed io sono solo al primo anno! Ho visto che anche tu studi Psicologia, esattamente in che ramo sei?
Ottimo post comunque, mi fa piacere leggere su Steemit quello che leggo anche sui libri, sicuramente è un bel modo di allargare la conoscenza anche qui! :)

Sisi anche io sono al primo anno di Scienze e Tecniche Psicologiche, approfondendo ciò che studio spero di rendere meglio durante il percorso!:)

Non conoscevo la storia che hai ottimamente narrato del signor in questione, ma ero consapevole delle tantissime lesioni e dei danni che questi accadimenti possono provocare all'integrità della persona che li subisce, non nella specificità che hai evidenziato.
Lavoro molto curato e particolareggiato, concordo con te che necessita di un stesura su post plurimi.

Grazie mille:)

Un tema senza dubbio di grande interesse e potenzialmente vastissimo. Attendo nuovi post con curiosità... nel frattempo: complimenti :-)

Grazie mille sono contenta di aver suscitato interesse:)

Hi @steempsych!

Your post was upvoted by utopian.io in cooperation with steemstem - supporting knowledge, innovation and technological advancement on the Steem Blockchain.

Contribute to Open Source with utopian.io

Learn how to contribute on our website and join the new open source economy.

Want to chat? Join the Utopian Community on Discord https://discord.gg/h52nFrV

ummm what ?
i don't speak bon apetite