RECENSIONI NON PROFESSIONALI: MAMMA MIA! CI RISIAMO

in ita •  3 months ago

Amo ogni forma di intrattenimento che mi trasporti in un mondo del tutto nuovo, o anche semplicemente nel mondo di qualcun altro. Pertanto, amo soprattutto la letteratura ed il cinema, ma sono un’utente estremamente medio: non ho particolari competenze tecniche e non me ne preoccupo eccessivamente, le mie “competenze” discendono, semmai, unicamente dal fatto di aver letto e visto molte cose diverse. Apprezzo sia film più “impegnati” che blockbuster e non mi aspetto di applicare il medesimo metro di giudizio ad entrambe le tipologia.
Mi piace registrare la mia opinione sulle cose, quindi spesso scrivo recensioni su ciò che mi piace, ciò che non mi piace e ciò che risulta in ogni caso molto popolare. Cerco sempre di mantenermi il più generica possibile, ma procedere con cautela.


LA PRESENTE RECENSIONE POTREBBE CONTENERE SPOILER: LEGGERI 🌶

MAMMA MIA! CI RISIAMO (MAMMA MIA! HERE WE GO AGAIN)

F0E369DD-865D-42EF-9E19-0C21BB053AF2.jpeg
La cappella usata per le riprese del finale del primo e del secondo film... una salita che secondo Tania diventa ogni anno più lunga!
Pixabay

  • Cinematografia: 8/10
  • Recitazione: 8/10
  • Trama: 5/10
  • Intrattenimento: 7/10

Ho atteso spasmodicamente l’uscita di questo film, gioendo sia quando è stato annunciato che quando si sono concluse le riprese (lo stesso giorno del sequel di Animali Fantastici, tra l’altro). Adoro i musical, amo le commedie spensierate ed escapiste e mi piacciono moltissimo gli ABBA. Ho visto Mamma Mia! a teatro innumerevoli volte e adoro il film originale. La colonna sonora è tra quelle che ascolto più spesso e, di conseguenza, conosco ogni canzone a memoria da tempo.
Non dovrebbe quindi sorprendere sapere che mi sono precipitata al cinema non appena è uscito questo sequel / prequel, da sola visto che il moroso lavorava (ma l’ho considerato un buon segno: anche il primo film l’avevo visto casualmente da sola). Sfortunatamente, questa volta non sono rimasta completamente soddisfatta. La colonna sonora è fantastica e recitazione e canto non sono da meno, l'ambientazione e i costumi sono bellissimi e il film è divertente, gioioso ed entusiasmante quanto l'originale. L'unica cosa che manca è una trama.

Tre cose che mi sono piaciute

  • La musica. La musica degli ABBA è incredibilmente accattivante, adorabile e divertente, e perciò in grado di rendere piacevole qualsiasi cosa. La colonna sonora di questo film non è forse memorabile come la precedente, ma ha comunque alcuni grandi prezzi come I kissed the teacher, Waterloo e Fernando, e si lega anche molto bene con il suo predecessore, citando spesso canzoni già sentite. Anche le coreografie sono molto belle e coinvolgenti.

  • Il cast. Tutti semplicemente meravigliosi, con una sola eccezione. Mi piace molto Amanda Seyfried e ho adorato Lily James come giovane Donna. Ovviamente, ho una gran cotta per Colin Firth e Dominic Cooper, e Pierce Brosnan è sempre molto affascinante. Anche i tre giovani futuri-padri non erano niente male. Molto validi canto e recitazione di tutti e quasi bizzarro quanto le tre giovane Dynamo assomiglino alle loro controparti più anziane.

  • I dialoghi. Divertente, spiritoso, coinvolgente. Tutto ciò che ci potevamo aspettare sin dal primo film.

Due cose che meh

  • Cher. Non ho capito il personaggio di Cher. È a malapena in scena: arriva, canta Fernando (non in maniera memorabile, secondo me), recita un paio di battute e fine. Penso che il suo personaggio fosse, al più, superfluo e non pienamente in sintonia con l'umore e la spensieratezza del franchise. Potrebbe certamente essere stata scritta meglio.
  • Donna. Se ancora non lo sapete, non vi rivelerò io il perché, ma Meryl Streep non compare praticamente mai nel film. In 40 anni di recitazione non ha mai accettato un sequel prima e, a quanto pare, la produzione è stata in grado di convincerla a fare solo un cameo, in questo caso. Sono felice che abbia accettato: il film è destinato ad essere un grande successo e sono sicura che non si pentirà di aver partecipato. Ma avrei voluto che si fosse lasciata convincere a fare di più. Donna è la forza trainante e il cuore pulsante di Mamma Mia! e la sua assenza in questo sequel si sente. Fortunatamente, Lily James è un’ottima giovane Donna, quindi il personaggio non manca proprio del tutto.

Una cosa che non mi è piaciuta

  • La trama. Perché non c'è. Il film si sposta avanti e indietro tra un prequel e un sequel del primo film e se il prequel ancora ancora un filo logico ce l’ha, il sequel non è altro che una successione di belle scene, dialoghi simpatici e numeri musicali accattivanti, senza alcuna reale trama.
    Nel prequel, seguiamo la giovane Donna appena laureata mentre lascia l’Inghilterra per girare il mondo, scopre il proprio paradiso nella sua isoletta greca, conosce e s'innamora di Harry, Bill e Sam. È la parte più riuscita del film, nonostante si sappia già cosa succederà: la storia si sviluppa in maniera un po’ diversa rispetto a come l’avevano raccontata nel primo film, ma non è troppo grave. Mi sarebbe piaciuto vedere il giovane Sam disegnare il suo progetto per l’hotel di Donna su un tovagliolo, come detto nel primo film, ma va bene anche così. La musica è travolgente, il canto e il ballo sono contagiosi, Donna è adorabile ed i tre ragazzi molto affascinanti (anche se Bill aveva tutta l’aria di un futuro serial killer, ma penso fosse solo una mia impressione).
    Nel sequel, l’hotel di Donna è stato finalmente rinnovato ed è pronto per una serata inaugurale in grande stile. Fine. No, sul serio, questa è la trama. Non c’è alcun vero conflitto, nessun dramma, niente. Qualunque difficoltà, piccola o grande che sia, si risolve in pochi minuti e non crea alcun vero problema. Come mostrato nel trailer, Sophie scopre di essere incinta e mi aspettavo il film mettesse a confronto la sua gravidanza con quella di Donna, ma invece no: l’unica cosa che le due hanno in comune è trovarsi sull’isola. Sophie ha un partner e una grande famiglia attorno a sé e la gravidanza viene annunciata dopo che ogni altra questioncina si è già risolta. Sono rimasta onestamente delusa da questa parte del film perché mi è sembrato fosse sostanzialmente un riempitivo per la parte prequel. Già che hanno fatto il sequel, tanto valeva sforzarsi un pochino di più.

Il bonus

L’addetto al controllo passaporti del porto. Fingete di essere a un film Marvel e restate in sala fino alla scena dopo i titoli di coda: ne vale la pena.

Salvato dal passato 🍪🍪🍪🥛⚪️


E visto che dopo settimane di silenzio sono riuscita a pubblicare questo post proprio oggi, quale occasione migliore per fare

TANTISSIMI AUGURI DI BUON COMPLEANNO
ALLA MIA MAMMA

anche se non legge Steemit, né sa che esiste!

Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
Sort Order:  

oh mamma... questo è uno dei pochissimi film che non sono mai riuscito a finire di vederlo. Proprio non ce la facevo. Capisco comunque che abbia estimatori e sia piaciuto.

·

Ahah!! Sì, beh. Se non piace proprio il genere, chiaro che è meglio evitare 😜