✴️"Meme Thailandese" all'improvviso ✴️ -L✒️

in #ita2 years ago (edited)

Tutti almeno una volta nella vita abbiamo sognato di diventare famosi. Ma sicuramente il
desiderio non è mai stato quello di vedere la nostra foto condivisa da quasi un centinaio di
utenti di un altro paese, e neppure quello di venire a sapere in maniera del tutto casuale di
essere diventati un "meme". Eppure è quello che è successo a me.

image

Era un normale pomeriggio estivo, che come al solito trascorrevo sul divano nella più
totale tranquillità, quando mi sono resa conto che sotto la mia foto stava accadendo
qualcosa di piuttosto insolito. Le condivisioni continuavano ad aumentare, e non mi era
possibile vedere chi lo stesse facendo, e neppure dove la mia foto stesse andando a finire.
La scelta iniziale è stata quella di ignorare il tutto e non farmi troppe domande, anche
perché sarebbe stato molto difficile riuscire a capire da sola cosa stesse succedendo. Solo
poco dopo è arrivata la risposta (e magari sarebbe stato meglio, per me, non scoprire nulla
e restare all’oscuro di tutto).

Grazie ad un amico, ho scoperto che la mia foto stava girando su un gruppo thailandese,
con circa 30.000 membri. Una foto normale, tutto sommato. Unica "colpa": un'espressione
del viso dalla dubbia emotività, che ha scatenato battute ironiche ed è stata associata a
didascalie scherzose di tutti i tipi, ovviamente scritte in Thailandese, e dunque ben poco
decifrabili.
Come dall'Italia sia arrivata a raggiungere addirittura la Thailandia resta tutt'ora un mistero
irrisolto.

image

Un piccolo momento di fama svanito dopo qualche giorno, a cui ho reagito in maniera
tutt'altro che negativa, scherzandoci sopra e prendendo il tutto molto alla leggera,
condividendo l'episodio sui social e scatenando l' ilarità generale dei miei contatti.
Magari avrei preferito una fama guadagnata diversamente e soprattutto nel MIO paese,
ma mi sono accontentata del breve momento di popolarità senza farmi troppi scrupoli.
Magari a Bangkok si ricorderanno di me, o molto probabilmente adesso i ragazzi si
divertono a condividere la foto di un nuovo malcapitato.

Non bisogna sottovalutare i pericoli della rete, ma, per fronteggiare situazioni come
queste, l’autoironia è tutto ciò con cui possiamo difenderci.
Così come disse Hermann Hesse:

" ogni superiore umorismo comincia con la rinuncia
dell’uomo a prendere sul serio la propria persona."

E quindi facciamoci una risata.

Sort:  

Che cosa strana!! E tu l'hai presa nel modo giusto, fregandotene e non prendendola male!

Ma bentornatoo!!!🎉🎉🎉

Grazie!! :) Appena posso faccio sempre un salto qui su Steemit!

L'autoironia è veramente una delle cose più preziose nella vita...comunque a me non è mai successo di vedere un mio contenuto diventare virale!

Certe cose accadono quando meno te lo aspetti e senza un motivo preciso!