Dybala rimane in vendita

in ita •  last month 

Il resto dello steem (1).png


Dybala, salta lo United ma resta sul mercato

dybala2.jpg
Paulo Dybala, photo by NazionaleCalcio, CC BY 2.0

Che Paulo Dybala non sia mai stato troppo convinto, nonostante l'importante endorsement di Cristiano Ronaldo, di accettare la soluzione che avrebbe dovuto portarlo a giocare tra pochi giorni in Premier League con la maglia del Manchester United, è cosa ben nota a tutte le parti in causa e dimostrata dall'importante ingaggio richiesto dagli agenti del giocatore agli inglesi per accettare il "sacrificio" del trasferimento; la Joya considerava, a torto o a ragione, un passo indietro in carriera lo spostamento in una squadra gloriosa, come il Manchester United ma al momento fuori dall'élite europea della Champions League, e la sensazione che lo scambio con Lukaku sia definitivamente saltato si sta trasformando con il passare delle ore in un'assoluta certezza.

Ciò che difficilmente passerà però, come si è potuto ben apprendere ieri dalle espressioni dipinte sul volto della punta argentina durante le visite mediche e il primo allenamento con i compagni, è la delusione provata da Dybala nell'essere stato scaraventato in fretta e furia ai margini del progetto tecnico, dopo aver rivestito per quattro anni il ruolo di uno dei più importanti giocatori della rosa, nonché quello di capitano in più di un'occasione; le parole d'amore rilasciate in vacanza verso l'ambiente juventino non sono però evidentemente bastate a convincere la dirigenza e il giocatore è stato messo sul mercato.

Ma la notizia, forse ancora più clamorosa di quella che lo avrebbe portato oltremanica nell'affare Lukaku, è rappresentata dal fatto che il giocatore, nonostante la fumata nera della trattativa, rimane ancora clamorosamente sul mercato: già, perché evidentemente la cessione della Joya in cambio del possente centravanti belga non è stata individuata unicamente allo scopo di ottenere giocatori più funzionali agli schemi di Maurizio Sarri, ma anche e soprattutto, un po' come nell'affare Cancelo-Danilo, per mere motivazioni economiche legate al bilancio.

Non a caso, fin dalle prime avvisaglie di mancato accordo tra il calciatore e lo United, la stampa sportiva europea ha cominciato a rilanciare l'indiscrezione secondo la quale Dybala sia da tempo finito nei radar di Leonardo, da qualche mese tornato a rivestire un ruolo da dirigente al Paris Saint Germain dopo la poco esaltante esperienza al Milan, con i parigini impegnati nel cercare di capire i margini di fattibilità dell'operazione, e soprattutto le possibilità di ottenere i servigi sportivi del numero dieci bianconero ad una cifra più bassa rispetto ai cento milioni della valutazione torinese.

Alcune settimane fa, avevo rilanciato in prima persona l'indiscrezione secondo la quale Dybala sarebbe potuto finire ai campioni di Francia, anche nell'ottica di un possibile affare Neymar, ma in questo momento l'approdo sotto la mole del fenomeno brasiliano è da ritenersi quasi sicuramente da escludere, vista l'astronomica valutazione che del suo cartellino fanno da Parigi (quasi trecento milioni) e lo stipendio da oltre trenta milioni netti che il calciatore percepisce oltralpe, insostenibile per le casse di Madama.

Tuttavia proprio dall'eventuale partenza di Neymar nell'unica direzione che ad oggi sembra possibile (Barcellona), si potrebbe scatenare il domino di punte necessario affinché l'argentino possa prendere la direzione della Ligue 1, con un Paris Saint Germain dal portafogli talmente gonfio da sistemare con l'UEFA gli aspetti legati al fair play finanziario e potersi permettere le giocate di Dybala, da offrire come una sorta di contentino alla tifoseria dopo la partenza di O'Ney.

A quel punto la Juve, che nel frattempo sta definendo le cessioni di Mandzukic e Matuidi, aspettando che anche Higuain si decida finalmente ad accettare la destinazione Roma, sfrutterebbe le risorse della cessione di Dybala per fiondarsi su quello che probabilmente è il vero obiettivo del marcato bianconero, quel Mauro Icardi sempre più separato in casa all'Inter e che nonostante la ferma presa di posizione dei giorni scorsi circa la sua permanenza a Milano, finirà probabilmente per cambiare squadra negli ultimi giorni di mercato, per non essere costretto a due anni di doratissima inattività.


La Roma pensa a Falcao


falcao.jpg
Photo by Вячеслав Евдокимов, CC BY-SA 3.0

Non è un mistero che il vero oggetto dei desideri del nuovo direttore sportivo giallorosso Gianluca Petrachi e dell'allenatore Paulo Fonseca per l'attacco della Roma versione 2019-2020, coincida ancora con Gonzalo Higuain, tanto fuori dai piani tecnici della Juventus quanto incredibilmente obiettivo rivelatosi difficile da raggiungere vista la ferma intenzione dell'argentino di giocarsi le proprie chances in bianconero.

Il mercato dei capitolini però deve per forza di cosa andare avanti e non può permettersi di fossilizzarsi su di un unico obiettivo, e pertanto, in attesa di capire quale sarà il futuro di Edin Dzeko, che gradirebbe la destinazione nerazzurra ma per il quale l'accordo tra le due società appare ancora lontano, la Roma sta sondando piste alternative che garantiscano allo stesso tempo solidità all'attacco e quella dose di imprevedibilità tanto cara al nuovo mister portoghese.

In questo scenario nelle ultime ore è spuntato fuori il nome di Radamel Falcao, attaccante colombiano del Monaco, proposto dal procuratore del calciatore Jorge Mendes proprio ai capitolini; nonostante i trentatré anni compiuti e una forma fisica non sempre accettabile, l'entourage del calciatore è pronto a scommettere su un rilancio dello stesso in un ambiente passionale come quello romano, e le voci provenienti dalla capitale parlano di contatti già ben avviati tra le parti.

L'unico vero ostacolo alla trattativa non sarebbe rappresentato dal costo del cartellino, più o meno stimato intorno ai quindici milioni, ma dall'importante stipendio percepito da Falcao nel principato, che si aggira intorno ai dieci milioni di euro, fuori dai parametri giallorossi; nel caso in cui il colombiano accettasse di spalmarlo su più stagioni, le società potrebbero ritrovarsi nei prossimi giorni per entrare nella fase calda di una trattativa per il momento solo abbozzata.


lozano.jpg
Photo by Дмитрий Садовников, CC BY-SA 3.0

Lozano, Napoli ancora beffato?

Che ormai l'attaccante messicano Hirving Lozano sia fuori dal progetto dell'allenatore del PSV Eindhoven, Mark Van Bommel, per la prossima stagione è cosa risaputa un po' a tutti gli addetti ai lavori, e non a casa sul calciatore sono finiti gli sguardi di importanti club europei, compreso il Napoli di De Laurentiis, capace di muoversi per primo e di portarsi in vantaggio sulla concorrenza.
La posizione di privilegio del club campano però sta per venire in fretta scalzata dall'intromissione del Paris Saint Germain, che a differenza del Napoli non avrebbe nessun problema a riconoscere al calciatore lo sfruttamento dei diritti di immagine, che rappresentano una grossa fetta degli introiti del messicano.
Vista la ritrosia del presidente partenopeo nel cambiare idea sull'argomento, secondo i ben informati il Napoli rischierebbe la beffa anche in questo caso, con il calciatore pronto a trasferirsi in Ligue 1 nei prossimi giorni.


correa.jpg
Photo by Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0

Il Milan non molla Correa

Siamo ancora molto lontani dai cinquantacinque milioni richiesti dall'Atletico Madrid per lasciar partire l'attaccante argentino (i rossoneri hanno da poco presentato una nuova offerta da poco più di quaranta), ma il Milan continua a ritenersi ottimista sulle possibilità che l'argentino Angel Correa possa trasferirsi sotto la Madunina tra pochi giorni.
Nonostante il suo curriculum non brilli fino a questo momento particolarmente alla voce "reti realizzate", Boban e Maldini sono convinti che il calciatore potrebbe apportare la giusta dose di classe ed esperienza al reparto avanzato di Giampaolo, e stanno facendo pressioni sull'agente del calciatore affinché lo stesso esponga chiaramente la sua volontà di un trasferimento in rossonero per la prossima stagione.
Dal canto suo Correa non ha nascosto di gradire la destinazione italiana, che lo gratificherebbe mettendolo al centro di un progetto ambizioso, e non è escluso che nelle prossime ore le parti possano avvicinarsi proprio in virtù di questo aspetto.


Altre news

  • In caso di passaggio del turno, per il Torino probabile scontro nel playoff di Europa League con il Wolverhampton di Cutrone.
  • Milinkovic Savic, la Lazio prova a trattenerlo con un ricco rinnovo, in assenza di offerte concrete potrebbe restare.
  • Rugani ad un passo dalla cessione: l'Arsenal avrebbe offerto 40 milioni, si attende il sì della Juve.
  • Il centrocampista del Lipsia Diego Demme allontana l'ipotesi Fiorentina, vuole restare in BundesLiga.

N.B. - L'intestazione è stata realizzata sul sito canva.com.


Layout provided by Steemit Enhancer
Authors get paid when people like you upvote their post.
If you enjoyed what you read here, create your account today and start earning FREE STEEM!
Sort Order:  

Il resto dello Steem! Geniale! :P

Posted using Partiko Android

Ahahah molte grazie ero indeciso tra questo e la gazzetta dello steem, ma la rosea non è propriamente il mio giornale preferito e la scelta è venuta naturale :D

Congratulations @frafiomatale! You have completed the following achievement on the Steem blockchain and have been rewarded with new badge(s) :

You received more than 30000 upvotes. Your next target is to reach 35000 upvotes.

You can view your badges on your Steem Board and compare to others on the Steem Ranking
If you no longer want to receive notifications, reply to this comment with the word STOP

You can upvote this notification to help all Steem users. Learn how here!